Ascolto profondo in famiglia

811 1000 Circolo La Goccia

“Abbiamo tutti qualche ferita nel cuore e abbiamo tutti bisogno di qualcuno che sappia ascoltare in presenza mentale e comprendere la nostra sofferenza. In particolare i bambini vanno ascoltati e compresi: occorre informarsi sia sul loro benessere che sulle loro difficoltà. Rispetta le loro ferite, i loro punti più vulnerabili. Come genitore sei tu il loro primo maestro e medico, sostenitore, consolatore e difensore: per tuo figlio, per tua figlia sei un bodhisattva che cerca sempre di alleviare la sua sofferenza.

Non occorre che tu sia buddhista per praticare in questo modo: chiunque può praticare la vera presenza e l’ascolto profondo, che sia un musulmano, ebreo, cristiano, buddhista o non abbia alcuna fede religiosa.

Sia per gli individui che per le famiglie, l’ascolto profondo e i Cinque Addestramenti alla presenza mentale sono vie per uscire dalla violenza interiore come dai conflitti esterni. Possiamo impiegare gli Addestramenti, in famiglia, per annaffiare i semi della compassione e dell’amore che abbiamo tutti dentro di noi e per smettere di annaffiare i semi della violenza e della rabbia. Possiamo usarli nella scuola e nella comunità, per costruire un mondo in pace.

Quando pratichi l’ascolto puoi sedere insieme agli altri e parlare delle vostre esperienze. Parla con la tua famiglia di quanto ti abbiano aiutato nella vita quotidiana l’ascolto profondo, la parola amorevole, i Cinque Addestramenti. Possiamo imparare molto anche da scambi significativi con altre famiglie e con gli amici: come prevenire che la violenza penetri nella nostra mente e nel nostro cuore, come impedirle di mettere radici e di crescere, come trasformare in fiori le frecce dirette verso di noi.

Imparare dalle esperienze degli altri propaga l’influsso della non violenza.”

tratto da “L’unica nostra arma è la pace” di Thich Nhat Hanh

 

Bodhisattva nel buddhismo è una persona che, pur avendo ormai raggiunto l’illuminazione, e avendo quindi esaurito il ciclo delle sue esistenze terrene, sceglie tuttavia di rinunciare provvisoriamente al nirvana e di continuare a reincarnarsi, sotto la spinta della compassione, per dedicarsi ad aiutare gli altri esseri umani a raggiungerlo, spendendo per loro i propri meriti.

I Cinque Addestramenti alla Consapevolezza rappresentano la visione buddhista di una spiritualità e di un’etica universali:
1. rispetto per la vita
2. vera felicità
3. vero amore
4. parola amorevole e ascolto profondo
5. nutrimento e guarigione.